Lo scorso 31 gennaio 2018 (dopo varie proroghe) è entrata in vigore la disposizione approvata dall’Agenzia del Farmaco  che porta la scadenza dell’ossigeno terapeutico e di altri gas medicinali in bombola da 5 a 2 anni. Le bombole scadute dovranno essere subito conferite per  lo smaltimento e bisognerà dotarsi di bombole nuove di proprietà del produttore. Le bombole non ancora scadute invece dovranno essere controllate e bisognerà disfarsene alla fine del 2° anno dalla consegna. D’ora in poi le bombole – per la normativa Aifa  possono essere solo di proprietà dei produttori: solo loro possono riempirle e proporne la distribuzione.

Link dell’AIFA http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/comunicazione-i-titolari-di-aic-di-gas-medicinali-20062017